venerdì 10 febbraio 2012

Old Fashioned Chocolate Cake per Carolina

Domani la mia migliore amica, la sorella minore che non ho avuto, visto che l'ultima di casa sono io, compie 25 anni.
Ci ritroveremo a festeggiare tutti insieme a salerno per una bella iniziativa dell'Oratorio dei Salesiani e del VIS Pangea.
Io e Carol ci siamo conosciute 5 anni fà, quando lei ha intrapreso il cammino di Animazione Missionaria ed io avevo già vissuto la mia prima esperienza di volontariato in Albania.
Ho imparato a conoscere questa donna, ad ammirare la sua forza, la capacità di perdonare chi, per me non avrebbe meritato nemmeno un saluto per sbaglio per strada...è grazie a lei se anch'io ho imparato a perdonare, ho visto in lei l'Amore, quello puro, per l'Altro, il totale affidamento al Signore.
Non amo parlare di queste cose ma mi piace pensare che forse Don Bosco e il Signore si sono messi d'accordo per farci incontrare, per permettere ad ognuna di noi di crescere e migliorare guardando all'altra, scoprendo le sue debolezze e i suoi punti di forza.
Domani ci ritroveremo a festeggiare a sorpresa, spero non mi picchi per questo, visto che non le piace festeggiare, ma i 25 andavano celebrati e lo faremo prima con un bel panino del pub missionario, per raccogliere fondi per istituire borse di studio per ragazzi ospiti del centro dei salesiani di Betlemme, poi all'improvviso uscirà lei...






Con questa magnifica torta partecipo al contest di DolciPensieri

Per una torta di 28 cm di diametro per 7cm di altezza

La ricetta è di Nigella(non ci posso credere che finalmente ho testato anche le ricette della Lawson)
Sul suo sito Nigella dà le dosi per una torta di 22 cm di diametro, io in pratica ho raddoppiato tutto:-)
La torta è composta di due basi al cioccolato da sovrapporre e visto che è molto morbida vi consiglio di usare 2 teglie uguali.


Per ogni base
200 g di farina 00
200 g di zucchero
1 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiai di estratto di vaniglia 
150 g di panna acida*
175 g di burro morbido
40 g di cacao amaro
2 uova
*Siccome io al super non la trovo, ho cercato su internet e l'ho fatta così, ma và preparata un giorno prima...
Mescolate in una terrina e lasciate a temperatura ambiente:

Per 300gr di panna acida
200 gr di crema di latte 
(ho usato quella della Granarolo nel brick rosa)
100 gr di yogurt bianco 
(ho usato il Total Fage)
1 cucchiaio di succo di limone.

Procedimento
Niente di più semplice,
inserite tutti gli ingredienti del mixer fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo:-) Nigella così dice e io così ho fatto:-)
Cottura in forno a 180° ventilato per 35/40 minuti, lo stampo l'ho imburrato e infarinato con del cacao amaro
Sfornate e lasciate raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

Per la Glassa di copertura
400 g di cioccolato fondente
150 g di burro
1 cucchiaio abbondante di miele

400 g di zucchero a velo 

250g di panna acida* 
*fatela come per la base

Fondete a bagnomaria il cioccolato con il burro, il miele e l'estratto di vaniglia, togliete dal fuoco, poi unite la panna acida, mescolate, unite lo zucchero setacciato e lavorate con fruste elettriche o a mano...
Siccome ho sempre paura di fare una torta secca, ho bagnato le basi con una bagna al caffè, la bevanda preferita di Carolina, niente liquore, a lei non piace.-)
100gr di acqua, 50 gr di zucchero e una tazzina di caffè ristretto
Ho versato parte della glassa su una base e ho ricoperto con la seconda poi ho ricoperto tutto con il resto della glassa, fatto colare, pareggiato i bordi e una volta che si stava rapprendendo ho modellato la superficie con il dorso di un cucchiaio riscaldato in acqua calda.



3 commenti:

dolcipensieri ha detto...

FA VO LO SA!!! Una cremina in cui immergere il ditino!

serena
dolcipensieri.wordpress.com

La pasticciona ha detto...

ti comunico che mi sono trasferita su giallozafferano, questo è link esatto del mio nuovo blog :

blog.giallozafferano.it/lapasticciona .

Ti aspetto sul nuovo blog con tante novità, ciao

Stefania ha detto...

Grazie!